Azienda del Poggio

Solo domenica 26 – cantina visitabile dalle 10.00 alle 18.00, degustazioni gratuite

  • Visite guidate in vigneto, cantina e degustazioni gratuite
  • Raccogliere le erbe spontanee: passeggiata guidata dall’esperto Ennio Furlan
  • I dolci della Federcasalinghe
  • Mercatino: oggetti artigianali prodotti dalle associate a Federcasalinghe
    • Le creazioni "Gioielli che ti accompagnano dovunque" di PG Jewellery
    • Piatto Cantine Aperte
      Frico con polenta, Friulano€ 7,00

        • Esperienza su prenotazione e a pagamento
          Giornata Raku

        Importante workshop strutturato per far vivere un'esperienza completa con la ceramica sia agli utenti alle prime armi sia a coloro che conoscono le tecniche basilari.
        L'evento più importante sono gli appuntamenti con le cotture con la tecnica raku: prepareremo alcuni manufatti che verranno smaltati dai corsisti con diversi colori a disposizione e che saranno infornati con la magica tecnica giapponese del raku in riduzione.
        Gli orari per le sessioni di lavoro sono 10.00, 11.45 e 13.30; è opportuno iscriversi in
        precedenza, disponibilità fino ad esaurimento dei posti. Il costo della sessione di lavoro è di € 30,00 a persona.
        Ci sarà inoltre uno spazio dedicato al workshop per adulti e bambini con la costruzione di piccoli manufatti e un primo approccio all'argilla.
        Tempo impiegato per ogni sessione di lavoro: 2 ore.
        Tutti i materiali necessari alla sessione di lavoro quali ciotola, argille e smalti saranno messi a disposizione dall’organizzazione.
        Azienda del Poggio offrirà una degustazione dedicata al gruppo

        Catia Clinaz titolare e coordinatrice del laboratorio artistico Cuori di Terra a Udine. Venti anni di esperienza nella realizzazione di sculture e manufatti con argille e gres.
        Ivano Ledda, ceramista da trenta anni ed esperto di tecnica raku.
        Il raku, termine che significa "comodo, rilassato, piacevole, gioia di vivere", è una tecnica di origine giapponese di cottura, nata in sintonia con lo spirito zen, in grado di esaltare l'armonia delle piccole cose e la bellezza nella semplicità e naturalezza delle forme. L'origine del raku è legata alla cerimonia del tè: un rito, realizzato con oggetti poveri, incentrato sulla tazza che gli ospiti si scambiavano. Le sue dimensioni erano tali da poter essere contenuta nel palmo della mano. La tecnica raku è stata introdotta recentemente nel mondo occidentale che ne stravolse i principi fondamentali. L'effetto decorativo, con riflessi metallici e la cavillatura, la singolarità del processo, durante il quale l'oggetto è estratto incandescente dal forno, ne fanno una tecnica estremamente originale, che stravolge il metodo classico

        Search

        Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.